Sabbiatura-Granigliatura, Sverniciatura e Deossidazione, Zincatura acida/alcalina senza cianuro, Zinco/Nichel, Sigillatura a carattere riempitivo/idro-acustica/estetica, Assemblaggi e imballi speciali, Deposito-Stoccaggi in magazzino coperto | Foresi
 

La richiesta per le seguenti dichiarazioni deve essere inoltrata inviando una mail a asalvadori@foresi.it

  • 2011/65/UE RoHS ex 2002/95/CE
  • 2000/53/CE Veicoli usati
  • 1005/2009 Riduzione Ozono
  • 1907/2006/CE REACH
  • Lavorazione/Trasformazione prodotti

ACCREDIA - L'ente di accreditamento Certificazione ISO 9001 Certificazione ISO 14001 Certificazione OHSAS 18001

Cataforesi

CataforesiIn base al programma di produzione giornaliero, gli addetti al magazzino prelevano il materiale da sottoporre a cataforesi e lo recapitano nelle apposite aree di lavoro adiacenti all’impianto di cataforesi. Esistono zone ben definite dove posizionare il materiale, distinte in base alle caratteristiche di peso e/o ingombro del materiale stesso, che sono attrezzate con sistemi meccanici per agevolare l’operatore durante le fasi del carico.

Giunto nelle apposite aree gli addetti all’impianto di cataforesi effettuano un controllo quali-quantitativo del materiale da verniciare. Infatti, affinché la cataforesi risulti ottimale, il materiale da sottoporre a processo deve presentare delle caratteristiche definite (assenza di ossidazioni, di calamina, di scritte o segni con vernici, ecc), Se il materiale risulta conforme alla lavorazione in cataforesi, gli addetti procedono ad appenderlo su apposite bilancelle, secondo le modalità definite dal programma di produzione. Tutte le attrezzature utilizzate per un ciclo di lavorazione vengono sempre ripulite e manutenute mediante un servizio di granigliatura interna. Questa operazione è necessaria per mantenere le strutture sempre pulite dalla vernice che si è depositata durante le precedenti operazioni di verniciatura e che crea un isolamento elettrico che impedirebbe la continuità elettrica tra materiale e bilancella. Terminata l’appensione dei pezzi, ad ogni bilancella o contenitore specifico gli addetti attaccano un cartellino di riconoscimento che riporta il codice cliente, il codice dell’articolo, il numero di pezzi ed eventualmente l’indicazione delle lavorazioni successive cui deve essere sottoposto il materiale.

Terminate le operazioni preliminari di appensione, il materiale viene inviato all’impianto di cataforesi attraverso un sistema automatizzato di avanzamento La fase di pretrattamento, consiste in 7 fasi differenti che preparano il materiale a ricevere al meglio il successivo trattamento di cataforesi:

  • 1° fase     Sgrassaggio a caldo con prodotti alcalini in acqua (pre-sgrassaggio)
  • 2° fase     Sgrassaggio a caldo con prodotti alcalini in acqua.
  • 3° fase     Lavaggio con acqua demineralizzata ed attivante.
  • 4° fase     Fosfatazione ai sali di zinco-manganese nichel (tricationico/trimettallico).
  • 5° fase     Lavaggio con acqua demineralizzata di riciclo e passivante.
  • 6° fase     Lavaggio con acqua demineralizzata.
  • 7° fase     Lavaggio con acqua demineralizzata al passaggio e sgocciolamento.

Le acque derivanti dalle fasi di pre-trattamento vengono raccolte in vasche poste esternamente all’impianto. I parametri fisici e chimici, relativi alle fasi di pre-trattamento vengono monitorate con frequenza giornaliera Conclusa la fase di pre-trattamento, il materiale passa alla verniciatura di cataforesi. Il materiale viene immerso nella vasca di cataforesi per il tempo necessario affinché avvenga l’elettrodeposizione di vernice per mezzo di corrente continua. Il film di vernice che si deposita in seguito all’immersione in vasca conferisce ai materiali elevate caratteristiche anticorrosive prolungando nel tempo la conservazione anche di quelle parti che non sono raggiungibili con un sistema tradizionale a spruzzo (piegature profonde, accoppiamenti fra lamiere, scatolati).

Al trattamento di cataforesi seguono tre lavaggi, per eliminare l’accesso di vernice. I primi due lavaggi vengono eseguiti con ultrafiltrato, , mentre l’ultimo lavaggio con acqua demineralizzata. Il materiale viene inviato alla fase finale di cottura. Tale fase, necessaria per l’essiccamento e la polimerizzazione della vernice, avviene in un forno a tunnel con circolazione d’aria.. All’uscita del forno di cataforesi se il materiale risulta conforme, viene avviato alle successive lavorazioni quali verniciatura a smalto liquido o smalto a polvere, l’imballaggio e la spedizione, oppure viene temporaneamente stoccato in attesa di spedizione.


Scarica il PDF della scheda tecnica in italiano o la scheda tecnica in inglese del trattamento di Cataforesi.



Verniciatura

Verniciatura smalti a polveri , smalti liquidi e smalti liquidi alta temperatura.

La FORESI S.p.A. utilizza quattro impianti per la verniciatura di smalti a polvere ed un impianto per l’applicazione degli smalti liquidi:

In base al programma di produzione giornaliero, i pezzi da verniciare vengono appesi manualmente tramite ganci a crociere che sono fissate alla catena di trascinamento del trasportatore aereo della linea di verniciatura.

In base al programma di produzione giornaliero, si stabilisce tutte le operazioni per eseguire il corretto ciclo di lavorazione:

  • Sigillatura a carattere riempitivo per la tenuta idro-acustica e per estetica ove necessario
  • Protezione filetti ove necessario
  • Determinazione del ciclo e scelta dei prodotti da applicare

Terminata l’applicazione automatica dello smalto, i pezzi, movendosi lungo la catena, si dirigono verso il forno di cottura, dove avviene la polimerizzazione e reticolazione del film di vernice applicato. I meccanismi di reticolazione variano in funzione del tipo di resina utilizzata e ai parametri di temperatura e tempo che contraddistinguono la fase.

All’uscita dai forni, i pezzi verniciati vengono presi manualmente e vengono posati su bancali di legno o cassoni posti a terra accanto alla linea, identificandoli con cartellino recante:

  • Codice cliente
  • Codice e descrizione dell’articolo
  • Quantità
  • Ciclo eseguito

I pezzi idonei, così imballati vengono spediti o trasferiti nelle apposite aree di stoccaggio in attesa di spedizione.


Granigliatura

GranigliaturaIl processo di granigliatura viene effettuato per pulire le superfici ossidate o coperte di calamina dei manufatti lavorati a caldo, su manufatti tagliati al laser e su bilancelle e rastrelliere di sostegno dei pezzi da lavorare per togliere la vernice che si è depositata durante le precedenti operazioni di verniciatura, ripristinando la continuità elettrica tra pezzi e bilancella che viene ridotta dalla pellicola di vernice.

I pezzi da trattare vengono prelevati dalle aree di stoccaggio e portati nella zona di granigliatura. I pezzi da pulire vengono raggruppati in ceste o su telai di raccolta e supporto (grappoli) e inseriti nella macchina granigliatrice che procede alla pulitura mediante il lancio ad alta velocità di pallini metallici.


Assemblaggi

AssemblaggiIn sinergia con l'ufficio tecnico del committente possono venir disposti specifici assemblaggi, con l'immediato vantaggio di ridurrei tempi del processo produttivo e limitare gli scarti in corso di movimentazione.




Imballi speciali

Imballi specialiOltre all'imballaggio standard, sempre previsto, i prodotti verniciati possono venire collocati in imballi speciali per lavorazioni successive con macchine ad assemblaggio automatizzato.




Stoccaggio in magazzini coperti

MagazzinoMagazzinoAmpie aree coperte preservano i materiali grezzi dall'aggressione degli agenti atmosferici, assicurando le condizioni di sovraverniciabilità sia durante le operazioni di carico e scarico (tettoia da 1000 mq) che nella fase di stoccaggio (12000 mq coperti).

Queste aree consentono a FORESI di gestire forniture di grossi lotti e al tempo stesso di garantire la flessibilità necessaria a rispondere al fabbisogno immediato del Cliente.





Outsourcing

Da sempre FORESI si avvale di partner specialisti in lavorazioni pre e post verniciatura. Per una maggiore resistenza agli agenti corrosivi:

  • Statico Zinco Acido
  • Statico Zinco Nichel
  • Statico Zinco Alcalino
  • Statico Zinco Ferro
  • Statico Nichel Chimico
  • Rotativa Zinco Alcalino
  • Rotativa Zinco Acido
  • Rotativa Zinco Nichel
  • Zincatura Meccanica

Inoltre è possibile realizzare le seguenti tecniche di finitura:

  • Barilatura
  • Sbavatura
  • Deidrogenazione

La finalità di questi processi è il massimo risultato estetico del pezzo che può essere realizzato sia singolarmente che in cicli combinati, uniti alla sicurezza ed alla durata dei pezzi trattati in particolare per il settore automotive.



Per il ripristino di materiali ossidati o calamitati e la rilavorazione ed il recupero di materiale già verniciato si possono effettuare le seguenti lavorazioni.



Sverniciatura chimica

Sverniciatura chimicaUn trattamento che mediante specifici solventi permette di rimuovere la vernice da ferro, alluminio, rame e tutti i tipi di metalli e leghe.




Sverniciatura termica

Sverniciatura termicaUn trattamento che permette di rimuovere la vernice sfruttando esclusivamente il calore.




Sabbiatura (o Granigliatura)

Sabbiatura (o Granigliatura) fina e/o pesante per grandi dimensioni. Una lavorazione da effettuare prima della verniciatura e per omogeneizzare la superficie.








Decapaggio

DecapaggioUn trattamento utile ad eliminare incrostazioni e ossidazioni da qualsiasi oggetto in ferro.




Torna su